La Befana nelle terre del Montefeltro

La Befana è arrivata ad Urbania e dal 2 al 6 gennaio invade la vie di questo affascinante paese. Urbania, l’antica Casteldurante del Ducato di Urbino, si trova nella provincia di Pesaro e Urbino, nell’alta valle del fiume Metauro. E’ un centro di grande vivacità culturale, si organizzano corsi di lingua e di artigianato, premi letterari, una curiosa Fiera delle Donne e la famosa Festa Nazionale della Befana.

Sono passata per Urbania proprio nei giorni della Festa della Befana, nelle vie del centro ci sono calze giganti appese alla finestre e vecchiette di cartapesta sono sedute vicino ai portoni, il profumo dei dolciumi e della cioccolata che proviene dalla bancarelle attira l’attenzione dei visitatori e l’allegra musica della banda riscalda gli animi. Nelle piazze alcune donne vestite da Befana si esibiscono in un spettacolo a cui assistono adulti e bambini divertiti. Simpatiche animatrici, anch’esse nei panni della simpatica vecchietta preparano giochi per bambini e ne dipingono i visi.

Per chi invece desidera conoscere la storia di questo antico paese può rivolgersi alle guide turistiche della Pro Loco che organizzano visite a Palazzo Ducale, dove sono ospitati il Museo Civico e la Pinacoteca, una ricca collezione di incisioni e disegni, manoscritti, I Globi del Mercatore, le maioliche del luogo ed un museo di storia dell’agricoltura e dell’artigianato; alla Chiesa dei Morti dove si trovano le Mummie di Urbania, note per il curioso fenomeno della mummificazione naturale dovuto ad una particolare muffa che ha essiccato i cadaveri; al Teatro Bramante, una raffinata chicca fra i teatri marchigiani di metà ‘800.

Urbania è stata riconosciuta come “Città di Antica Tradizione Ceramica” per le sue famose maioliche dai colori verde, giallo e blu. Tra i prodotti tipici troviamo il tartufo, vera ghiottoneria della zona e per chi desidera fare shopping è possibile acquistare i jeans che vengono fatti proprio in questo paese.

Chi ama la natura non può perdersi gli itinerari ambientali appenninici percorribili a piedi, a cavallo o in mountain bike ed il bosco dei folletti. A 4 km da Urbania, su un poderoso masso di gessite a 534 m di altezza si erge il borgo di Peglio, l’antico Castrum Pilei di origini romane, dominato dalla Torre del Girone cui interno si trova una campagna con iscrizioni gotiche. Peglio si trova tra i fiumi Metauro e Foglia da cui si gode di un meraviglioso panorama che spazia dalla Massa Trabaria al monte Carpegna, dalle cime del Catria e Nerone fino alla Gola del Furlo.

Suggerisco a tutti un passaggio da questa parti per godere di questi luoghi bellissimi che offrono atmosfere e ritmi di vita sereni lontani dal quelli frenetici delle città, una cucina esaltata dal tartufo bianco pregiato e la cordialità della gente che sembra appartenere ad un lontano passato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: